2 verità e una bugia.

Non voglio abbandonare la rubrica, ma ho poche cose ancora da dire. 

1- Mi fanno saltare i neri e infastidiscono profondamente le note vocali di whatsapp che durano più di 10 secondi.
Quando qualcuno mi manda un messaggio vocale più lungo di 10 secondi penso sempre a 3 cose:
a) se il comunicante non ha voglia di scrivere, perché io dovrei aver voglia di ascoltare?
b) preferisce mandare messaggi vocali perché gli piace riascoltare la sua voce?
c) perché non mi chiama direttamente?

2- Altra cosa che non tollero (a proposito di whatsapp) è qualsiasi genere di badge notification. È come se avessi sempre qualcosa di incompiuto.
Per la maggior parte delle applicazioni che uso non le ho, oppure le “azzero” immediatamente.

3-  Stando sempre a questioni di notifiche, mi disturba non rispondere immediatamente alle email.

Annunci

4 Replies to “2 verità e una bugia.”

  1. In teoria anche i messaggi vocali sono asincroni, quindi hanno il ‘vantaggio’ di poter essere ascoltati quando fa più comodo al destinatario.
    Quindi è corretto rispondere ai messaggi vocali, ma quando fa comodo a te – e comunque non prima di 6 mesi (o 6 anni).

    Questo ovviamente si coniuga bene all’ipotesi che la bugia sia la 3°

    Per avere più cose da scrivere puoi ribaltare le proporzioni della rubrica e trasformarla in 9 bugie e 1 verità.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...