Spoleto oltre il Festival dei Due Mondi

La mia città è un’anziana signora.
Una di quelle ancora belle, malgrado il tempo le rughe e le cicatrici.
È elegante e raffinata, non esce mai senza un filo di rossetto e non si presenta mai con i capelli arruffati.
Ha molte voci in testa,  maligne, benevole e come tutti gli anziani ha la benedizione di giocare con il tempo e quando la stagione si fa più calda, tra giugno e luglio si veste a festa.
La mia città, questa bella signora, torna giovane, affascinante come non mai, e danza e canta e si diverte.
Tra luci, lune, colori e musica ritrova il fulgore di un tempo.
E si diverte per poi tornare in sé e riassoporsi: andare avanti nel silenzio e nella quiete della routine quotidiana.
Si siede e rimane immobile, sorride, assaporando quel momento di estasi già dimenticato.

Annunci

One Reply to “Spoleto oltre il Festival dei Due Mondi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...