Sospensione e discorsi casuali

Nuovo anno, nuovi propositi, bilanci, diete, palestre.
Ma chi stiamo prendendo in giro?!

Io mi sento ancora molto sospesa tra una condizione di vecchio e di nuovo, sarà che ancora il 2014 mi rimane attaccato addosso, sarà che è stato un anno di cambiamenti così devastanti che ancora sto con l’idea del vecchio.

E a proposito di vecchio, soltanto io ho l’impressione che il tempo sia veramente un bastardo supersonico?
Io tra un paio di mesi compirò un’età assurda. VENTOTTO anni. (senti quant’è brutto!)
28! (‘sto doppio zero in verticale, che ho sempre odiato)
E non mi sento una ventottenne; dentro di me ho, minimo, 10 anni di meno!

Non dico di essere vecchia, ma, cazzo, Albert Einstein a 26 anni visse il suo Annus Mirabilis.

Vabbè che Albert Einstein era Albert Einstein e quelli erano altri tempi, ma a livello utopistico penso che tutti nel loro piccolo possono “rivoluzionare in positivo” (passatemi il termine) il mondo e sé stessi, con il giusto impegno.

Il mio invece di mirabile non è niente, anzi è stato un annus miserabilis e ancora ne sento gli strascichi e soprattutto non ho una condizione di vita definita, in tutti i lati possibili e questo mi provoca non pochi scompensi mentali, lo devo ammettere.

Sarà che ho sempre avuto paura di volare e soffro di vertigini, quindi la sospensione non la tollero proprio, ma ora è così e a Roma direbbero con un’alzata di spalle “stacce”.
Ok, ci sto, ma a quale prezzo?!

Che mi si tolga una curiosità:
Soltanto io vedo i miei coetanei, noto quello che fanno, come parlano, le abitudini che hanno e mi sento estremamente inadeguata, impreparata e inadatta?
Soltanto io non mi sento in grado di fare certe scelte o di perseguire certe strade?
Solo io inciampo e cado e poi ho serie difficoltà a rialzarmi?

Morirò d’ansia, prima di compiere l’età nefasta, lo so.

Annunci

4 Replies to “Sospensione e discorsi casuali”

  1. Io a 21 anni ero più vecchio di adesso che ne ho 31. L’età è uno stato mentale. Certo, qualche volta mi sento in contrasto con tutto il mondo, i miei coetanei mettono su famiglia e fanno figli, mentre io più di qualche volta mi ritrovo disperso in serate alcoliche. Condivido la tua riflessione perché l’ho fatta anch’io simile… Ma credo che ognuno faccia il suo percorso… 🙂 🙂 🙂 Un salutone!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...