“E invece ti sei iscritta in palestra” #03 LE FEMMINE – 1.1

Premetto che “il capitolo” Le Femmine, poiché sono esseri complessi, schizofrenici e surreali [e lo posso dire perché rientro nella categoria] avrà bisogno di più parti. Un po’ come Kill Bill, con molti più morti.

Iniziamo.

Le Femmine frequentano la palestra per 3 ragioni principali:
1- Tenersi in forma (o sistemare qualche problema posturale)
2- Iscriversi ad un corso di yoga/pilates/zumba/ (qualcosa che snoda) perché fa figo
3- Egocentrismo: rimorchiare (o farsi guardare il culo, a scelta)

Ad ogni ragione corrisponde un tipo di femmina.  Aggiungo che si possono verificare le combo, ma non facciamola più complicata di quello che già è.

Corrispettivo alla ragione numero 1.
La femmina tipo che va in palestra per tenersi in forma è vestita in maniera trasandata: un paio di pantaloni da ginnastica, possibilmente larghi di 2 taglie in più; una maglietta che arriva alle ginocchia, possibilmente vecchia e logora, in questo modo anche se si strappa, sporca, ci suda dentro, non scatta il senso di colpa; un paio di scarpe da ginnastica abbastanza buone e capelli legati, forse anche sporchi perché dopo li dovrà lavare data la sudata che farà irrimediabilmente.
L’età è compresa tra i 20 e i 45 anni.
(Io rientro in questa categoria e penso di essere la trasandata più trash)
Questo corrispettivo rappresenta quel tipo di persona che fatica, che suda, che, malgrado sia di indole gentile, non chiacchiera volentieri mentre sta ultimando l’ultima serie di squat, che si scoccia a vedere un sacco di gente in palestra e che mangerebbe, appena finito l’allenamento, 1kg di carbonara, 2kg di fiorentina al sangue e 7kg di gelato al cioccolato; giusto perché è contraddittoria con sé e col mondo.

Corrispettivo alla ragione numero 2.
La femmina tipo che va al corso di yoga o simili è sempre tappetinomunita e quindi la si vede molto spesso con attaccato alla schiena un enorme borsone in tinta perfettamente abbinata alla tuta aderente, che permette ovviamente di muoversi con più agilità.
È di corporatura longilinea, sta ben dritta e sembra che le abbiano infilato una scopa in culo.
Arriva sempre molto presto e se ne va molto presto.
Non suda, è perfettamente pettinata e non sembra ridicola, nemmeno durante la posizione del leone.
L’età è compresa tra i 30 e i 75 anni.
Questo corrispettivo rappresenta una persona abbastanza gioiosa, amante della musica fare tutto con la musica, a cui non piace essere troppo socievole se non sei del suo gruppo, a cui piace chiacchierare e far parte di un gruppo, che non si vergogna del proprio aspetto e che, di solito, gira in spogliatoio completamente nuda, senza badare agli sguardi altrui.

Corrispettivo alla ragione numero 3.
La femmina tipo che va in palestra per farsi guardare il culo rientra nella categoria di persone che sono troie dentro, cioè quelle persone (di qualsiasi genere, sia uomini che donne) a cui piace moltissimo attirare l’attenzione su di sé, in bene e in male.
[L’esempio maschile è rappresentato dagli uomini che, al mare, vanno in giro in slip striminziti e fluorescenti. (#orrore)]
La femmina tipo corrispondente alla ragione numero 3 si suddivide in altre 2 categorie:
Categoria n.1: Di solito è una taglia 34, che NON HA assolutamente bisogno di fare palestra, NON SA cosa significa avere massa grassa e NON VUOLE mantenersi in forma. L’unica ragione per la quale va in palestra è perché VUOLE suscitare l’invidia altrui.
Categoria n.2: Era una taglia 58 diventata ora una taglia 36.

Questo corrispettivo (categoria 1 e 2) è il più interessante dei 3.
Arriva ad orario di apertura ed esce a orario di chiusura; è truccata: fondotinta, mascara, eyeliner e rossetto (giuro!), non si lega i capelli nemmeno se dovessero minacciarla con una pistola puntata alla testa perché si rovinerebbe la piega; se ha qualche tatuaggio ovviamente fa di tutto per metterlo in mostra, ovunque esso sia e qualsiasi cosa esso rappresenti.
Indossa tute aderenti, troppo aderenti, emette qualche gemito quando tira su il bilanciere e “oh cielo!” si dimentica irrimediabilmente qualcosa in palestra e deve tornare per riprendere l’oggetto smarrito, ovviamente vestita con tacchi a spillo, leggins super aderenti e maglia cortissima, giusto così, per shakerare un po’ di testosterone e divertirsi un po’.
È circondata da lupi in calore, elargisce sorrisi sornioni agli uomini, e parla poco, per non dire mai, con le donne, ma le squadra dall’alto in basso, perché è estremamente competitiva, si lascia aiutare benevolmente dagli allenatori e fa finta di infastidirsi se le mettono una mano sul culo.
Sinceramente, non la capisco.
L’età è compresa tra i 20 e i 75 anni.

#TBC

Annunci

9 Replies to ““E invece ti sei iscritta in palestra” #03 LE FEMMINE – 1.1”

      1. Mmm…Sicuro?È una scelta da ponderare, eh.
        Certo, è sicuro che ti diverti un sacco, ma c’è da considerare anche la fatica mostruosa, la puzza, testosterone come se piovesse e la probabilità che una delle GILF (o forse tutte) ci provi con te.
        Sei sicuro di provare questo brivido?

        Mi piace

      2. Non sono pronto, hai ragione. È meglio che proceda per gradi, magari mi alleno prima attraversando il Sahara in autostop e poi forse sarò temprato abbastanza

        😀

        Mi piace

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.