McSweeney facciamo 2 paroline.

REGOLE DI BUONA SCRITTURA

1 – Scrivere ogni giorno
“Ogni”, cioè “sempre”. Non concepisco la terminologia che indica qualcosa di “infinito”. E consideriamo, soprattutto, che scrivere sempre, significa sotto forzatura, e non è possibile. Se ti forzi non esce niente di buono.

2 – Non procrastinare
Ma, detto tra noi, quant’è bello rimandare a domani?Quant’è dolce la pigrizia che ti dice che domani è un’altro giorno, e sarà migliore?
#rossellaohara4ever
Soprattutto se non hai voglia, tempo o energia. E ricordiamo il fattore “forzatura”.

3 – Lotta contro il blocco dello scrittore
Già lotto contro me stessa e poi è patologico. Ogni scrittore o presunto tale ce l’ha. E secondo me, come un brutto raffreddore, passa. Basta dargli tempo e la giusta medicina.

4 – Imparare dai maestri
I “maestri”. Ma di chi stiamo parlando. La vita è l’unico maestro che posso tollerare e nemmeno troppo.

5 – Trovare la musa
La mia musa, solitamente, è il buio. E mi spaventa. Se non è il buio è la musica. E lì mi diverto. In ogni caso, devo essere concentrata. Riflettendo la musa sotto sotto (e tutti lo sanno) siamo noi stessi. E questo, terrorizza. 

6 – Affinare abilità
Come si fa in questo periodo. Lavoro, impegni, pensieri. Devi liberarti e scrivere. Soltanto lì, puoi tirare fuori tutto, ma non è detto che affini le abilità, anzi a volte le perdi, altre le ritrovi, altre si indeboliscono e altre volte si rafforzano. Le abilità sono un po’ come i battiti del cuore. Ci sono. A volte sono di più altre di meno. Diventano intense oppure si svuotano. Tutto poi ricomincia.

7 – Chiedere feedback
Ho paura, la maggior parte delle volte, ma ci provo. Tutti hanno paura del giudizio altrui.
E si ha paura di sé stessi. Prima di tutto, secondo me, è necessario riuscire a provare a quella vocina dentro la testa che hai fatto qualcosa di buono e poi chiedere agli altri. A meno che, ovviamente, non si è il megalomane più mitomane del mondo. Lì, sei semplicemente spacciato.

8 – Leggere leggere leggere
Questo, ce l’ho!

9 – Studiare le regole per poi infrangerle
Queste regole? Mica tutte. E poi non è così facile, piuttosto, caro McSweeney, porsi delle proprie regole.

10 – Keep it together
Penso che non ci riuscirò mai. Non ci riesco con me stessa, come faccio a costruire qualcosa e farla resistere?

Ecco, Tim, questo è quello che penso. Le tue regole non mi piacciono. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...